Programma

Il programma per una crescita qualitativa e quantitativa

Il programma è progettato per riuscire ad accompagnare una crescita a ogni livello, in tutte le specialità, per ogni tipologia di utente e di collaboratore. Una crescita, sia quantitativa che qualitativa.

Crescita qualitativa: le parole chiave

FORMAZIONE. Dobbiamo mirare all'eccellenza, a cominciare da quella dei tecnici istruttori. Un’equitazione con formazione all'avanguardia è anche più competitiva, più capace di accogliere e formare talenti, più preparata a raccontarsi all'esterno.
Dobbiamo quindi arricchire il bagaglio professionale dei tecnici istruttori attraverso

  • corsi liberi con veri super-docenti per lavorare sui versanti della comunicazione, dell’organizzazione, della tecnicalità e della professionalità, sviluppando il lavoro in piano e lo stile.

Questo discorso, tuttavia, vale per ogni specialità, per giovani e meno giovani, e deve essere affrontato sia con corsi teorici e pratici, condotti alla presenza degli istruttori sia attraverso

  • la creazione di veri e propri “circuiti di crescita”, a disposizione di chiunque voglia affrontare le difficoltà proprie e dei propri cavalli e migliorarsi.

CULTURA. Disponiamo di un patrimonio nazionale e internazionale di valore inestimabile, a partire dall’epoca caprilliana, che deve essere organizzato, trasferito su piattaforme e materiali accessibili e tramandato attraverso, per esempio,

  • testi didattici veri e propri
  • dispense video
  • conferenze
  • un museo equestre.

GENITORI. Il coinvolgimento delle famiglie è essenziale, perché il delicato rapporto tra bambini e ragazzi, istruttori e cavalli si sviluppi in modo armonioso anche fuori dal centro ippico. Questo obiettivo fondamentale potrà essere raggiunto attraverso

  • l’organizzazione di incontri regolari sul tema con docenti di grande valore ed esperienza.

RIABILITAZIONE EQUESTRE. È una pratica che assegna a noi tutti un ruolo sociale ancora più importante e una grande responsabilità in virtù del suo potenziale rieducativo. È insomma una vera opportunità per i centri e per gli utenti, che potremo valorizzare a pieno attraverso

  • la promozione dei centri ippici, delle specialità e la ricerca di cavalli per questa importante funzione
  • stage formativi per gli istruttori con tecnici altamente specializzati.

SICUREZZA. Abbiamo bisogno di fondare, nel nostro campo, una vera e propria cultura della sicurezza a tutela della salute di persone e cavalli, che, grazie al minor numero di incidenti, permetta di negoziare migliori condizioni assicurative. Per cominciare, dovremo istituire

  • una commissione di lavoro con un coordinatore che avrà il compito di redigere un vademecum sul tema, un documento informativo completo con le linee guida indispensabili a mettere in sicurezza il nostro sport a tutti i livelli.

BUONA GESTIONE. Affiancheremo i centri ippici anche nel campo del contenimento delle spese, del rapporto con la normativa e con le amministrazioni pubbliche. In particolare,

  • li assisteremo sui temi della fiscalità, dei trasporti, dell’edificabilità, della contrattualistica, dell’accesso ai finanziamenti.
  • faremo nascere un consorzio acquisti per ridurre i costi.

Crescita quantitativa: le parole chiave

MARKETING. Dobbiamo creare un sistema che ci permetta di comunicare il nostro sport in modo efficace e con un uso intelligente delle risorse.
Per esempio, in Lombardia ci sono approssimativamente 5.000 scuole statali e private, materne e primarie, per un totale di circa 700.000 bambini che vogliamo si interessino e appassionino all'equitazione su Pony attraverso

  • la promozione di un programma di avvicinamento agli sport equestri negli istituti lombardi condiviso con il Ministero dell’Istruzione.

Inoltre c’è un sistema per portare il nostro sport sulla televisione e per garantirci così un grande ampliamento di pubblico praticamente senza costo e la creazione di nuovi clienti:

  • lo scambio merce tra tessere e spazio televisivo.

COMUNICAZIONE. La comunicazione si distingue in due tipologie: interna ed esterna. La prima è orientata alla nostra base e ai centri ippici, la seconda si rivolge ai cittadini lombardi. La comunicazione interna è il primo fondamentale tassello ed è quindi indispensabile fornire

  • contenuti e aggiornamenti sia video, che possano circolare sui canali tv degli appassionati e online, sia scritti, per la stampa di settore
  • la possibilità di uno scambio anche frequente via posta elettronica con il Comitato e tra centri
  • la presenza assidua su canali social come Facebook, Instagram, Youtube e un sito rinnovato che permetta un’informazione costante.

SPONSOR. Un aspetto è chiaro a tutti: possiamo avvicinarli solo se offriamo loro una buona visibilità. Pertanto, è fondamentale organizzare

  • eventi e attività accattivanti che producano buoni numeri in termini di partecipanti, spettatori e fruitori anche collegati online.

PONY. Il sistema dei pony club è il vivaio che alimenta tutto il mondo equestre, dal quale emergono ed emergeranno i campioni e i professionisti del futuro. Come sappiamo, l’attività dei Pony Club è estremamente variegata e si articola in cinque parti:

  • formazione
  • Pony ludico
  • Pony games
  • Pony specialità olimpiche
  • Pony specialità non olimpiche

Questo mondo richiede professionalità, esperienza, grande passione. L’obiettivo deve essere quello di ampliare costantemente il sistema dei Pony Club, aumentare l’offerta, migliorarne la qualità per accrescere il numero di nuovi clienti.
Più nello specifico, saranno necessarie

  • un’organizzazione per i Pony a sé stante, dotata di un coordinatore, più tecnici e un gruppo di lavoro permanente
  • la possibilità di formare i ragazzi in tutte le specialità, permettendo loro di orientarsi nella scelta
  • la creazione di circuiti competitivi “di crescita” studiati appositamente
  • nuovi metodi d’impostazione dei Pony club

In questo sito utilizziamo cookie di terze parti per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Utilizziamo i cookie tecnici senza necessità di consenso, ma hai il diritto di scegliere se utilizzare quelli statistici e di profilazione. Puoi cambiare le impostazione in qualsiasi momento in fondo alla nostra <a href="/cookie/">informativa sui cookie</a>